Sono tanti i buoni motivi per preferire frutta e verdura nel corso della loro naturale stagione di maturazione. Per la salute e per l’ambiente

Le verdure di stagione e i ritmi biologici
Mangiare verdure di stagione vuol dire rispettare l’armonia tra uomo e ambiente.

In base alle leggi della natura, gli animali si nutrono in maniera diversa a seconda delle stagioni e questo è importante per la conservazione della specie. L’uomo, grazie alla tecnologia, può potenzialmente mangiare sempre ciò che vuole, anche senza rispettare la stagionalità dei cibi che porta in tavola; anche la specie umana, però, possiede ritmi biologici e seguirli aiuta a mantenersi sani. Rispettare i ritmi biologici vuol dire anche rispettare la stagionalità dei cibi che si scelgono e dunque mangiare frutta e verdure di stagione. C’è poi anche una questione più ampia da non sottovalutare: mangiare verdure di stagione aiuta l’ambiente e l’economia, e questo, ancora una volta, si traduce in un vantaggio per l’uomo.

Verdure di stagione: più vitamine e meno chimica
Le verdure di stagione, soprattutto se si scelgono prodotti italiani o addirittura locali, impiegano molto poco ad arrivare sulle nostre tavole e mantengono, quindi, un contenuto più elevato di

vitamine rispetto alle verdure che, fuori stagione, devono fare molta strada prima di raggiungerci. Il contenuto di vitamine, infatti, non rimane sempre invariato e si riduce con il tempo; quindi più lontani siamo dalla raccolta, meno vitamine conterranno la verdure.

Perché è importante consumare frutta e verdura di stagione?

  1. è ecologico: mangiare verdure e frutta di stagione permette di acquistare prodotti a basso impatto ambientale, coltivati in zone limitrofe e senza bisogno di troppi prodotti che ne facilitano la crescita;
  2. è salutare: le verdure raccolte nel loro periodo naturale sono molto più ricchi di tutte le sostanze che li caratterizzano. Ad esempio, un pomodoro colto in estate, grazie
    all’esposizione solare e al caldo, è molto più ricco di sostanze antiossidanti, come il licopene. Questo è perché le piante producono queste sostanze per loro stesse e solamente se motivate a farlo dal clima!
  3. è economico: consumare prodotti di stagione permette di risparmiare notevolmente!

Mangiare frutta e verdura è fondamentale per la nostra salute: non dobbiamo mai dimenticarlo. Quello che è un aspetto da molti trascurato chiama in causa invece la stagionalità dei prodotti di origine vegetale. Perché è importante consumare, giusto per fare due esempi, gli agrumi durante l’inverno e le albicocche a cavallo tra la fine della primavera e il primo scorcio dell’estate? Sono diversi gli studi che evidenziano come i prodotti consumati nel corso della loro naturale stagione di maturazione abbiano delle proprietà nutritive superiori rispetto a un frutto o a una verdura maturata al di fuori del proprio arco temporale ideale. Una scelta di questo tipo è d’aiuto anche per l’ambiente, come spiega nel video che segue Elena Dogliotti, biologa nutrizionista e ricercatore della Fondazione Umberto Veronesi.

Ti suggeriamo una deliziosa ricetta, un primo piatto semplice e saporito: Lasagne di pane carasau e broccoli (Marco Bianchi)

Fonti:
https://www.fondazioneveronesi.it/
http://www.cure-naturali.it

, , , ,
Potrebbero interessarti
Latest Posts from blog Assia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *