L’anice stellato è una delle spezie meno note e utilizzate. Inconfondibile per la sua forma a stella ad 8-12 punte, questa tipologia di anice vanta numerosi benefici per la salute.

Da non confondere con il più comune anice (Pimpenella anisum), l’anice stellato altro non è che il frutto dell’Illicium verum, un albero originario del sud est asiatico molto utilizzato nella cucina tradizionale orientale per insaporire cibi e bevande.

Proprietà
Considerato un vero e proprio antibiotico naturale, l’olio essenziale che si estrae da questa pianta viene sfruttato in medicina ed erboristeria per la preparazione di farmaci e rimedi naturali.
Alcune delle caratteristiche più apprezzate di questa spezia sono le sue proprietà di ridurre i gas intestinali, digestive e antinausea.
Viene utilizzato però con successo anche per stimolare l’appetito nei soggetti che fanno fatica a mangiare o devono riprendersi da una convalescenza.

L’anice stellato aiuta poi l’attività enzimatica del fegato ma soprattutto è in grado di svolgere una buona attività antibatterica e antivirale. Si è mostrato efficace nel sconfiggere le classiche influenze ma anche situazioni di herpes recidivo.

Questa spezia è inoltre un buon diuretico (consigliato quindi a chi soffre di ritenzione idrica) ed espettorante. È in grado quindi di fluidificare il muco e aiutarne l’eliminazione in caso di tosse o bronchite.

L’anice stellato è poi un grande alleato delle neomamme, sembra infatti che possa aiutare a produrre più latte anche se, come sappiamo, il modo migliore per aumentare la produzione è far attaccare il più possibile il bambino al seno.
Il principio attivo più interessante presente nell’anice stellato, denominato anetolo, ha mostrato anche capacità antinfiammatorie.

l’anice stellato è il frutto dell’Illicium verum

Come usarlo in cucina
L’anice stellato, visto il suo sapore aromatico che ricorda un po’ quello della liquirizia, viene impiegato soprattutto per la preparazione di liquori e dolci. Il frutto che si acquista è già seccato e, a seconda della preparazione che si intende fare, può essere utilizzato intero oppure macinato.

Per quanto riguarda i liquori, questa spezia è fondamentale per donare l’inconfondibile sapore a bevande alcooliche come la sambuca, il pastis, l’ouzo e l’assenzio.

Viste le sue proprietà curative, con l’anice stellato è possibile preparare anche delle ottime tisane come quella a base di zenzero, limone, miele e anice stellato perfetta per combattere tosse ed influenza. Qui potrete trovare la ricetta della Tisana

Se invece soffrite di bruciori di stomaco o aerofagia potete provare una tisana a base di semi di finocchio, cardamomo, cumino ed anice stellato.

Questa tipologia di anice è ottima anche all’interno di mix di spezie come il famoso “misto 5 spezie” della cucina cinese nel quale sono presenti, oltre all’anice stellato, pepe bianco e pepe di Sichuan, semi di finocchio, chiodi di garofano, cannella e sale.

Dove si può comprare
Acquistare dell’anice stellato è relativamente semplice. Difficile reperirlo nei tradizionali supermercati, si può però trovare ad esempio nei negozi di alimentazione esotica o orientale ma spesso è disponibile anche nelle catene del biologico e nelle erboristerie. Si può inoltre comprare comodamente anche online su diversi siti.

Controindicazioni
L’anice stellato come molti altri prodotti naturali ha delle controindicazioni. In questo caso si evidenziano soprattutto in caso di uso prolungato ed esagerato della spezia. Possono comparire ad esempio diarrea, vomito, nausea o dolori addominali fino a vere e proprie convulsioni nei casi più gravi. Assolutamente da evitare durante la gravidanza o nei bambini piccoli.

Tratto da un articolo di Francesca Biagioli

, , ,
Potrebbero interessarti
Latest Posts from blog Assia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *